Scalillo Drengot: un vino che nasce da un abbraccio

Scalillo Drengot: un vino che nasce da un abbraccio

C’è chi pensa che le vigne siano tutte uguali. Lunghe distese di filari, alte un metro o poco più, che si estendono a perdita d’occhio sulle colline. La realtà, però, è molto diversa da così: le tecniche di viticoltura sono molte, e molto diverse fra loro. Una, in particolare, vi sorprenderà per quanto sia diversa dalle altre. È l’ “alberata aversana”, che Drengot usa da sempre per la coltivazione dell’Asprinio alla base del suo vino Scalillo.

Scalillo Drengot: un vino che nasce da un abbraccio

L’Asprinio è un vitigno a bacca bianca tipico dell’Agro aversano. Come il nome suggerisce, è una varietà caratterizzata da una spiccata acidità. Per esaltarne questa caratteristica, Drengot utilizza una tecnica antica di questi territori, che permette di far fruttificare le piante ad altezze molto superiori a quelle di una normale vigna, esaltandone le particolari proprietà organolettiche.

L’alberata aversana

L’Asprinio, da cui nasce Scalillo, viene piantato intervallato da alberi di pioppo, che ne sostengono la crescita e che fa elevare i tralci fino ad altezze record di 15-20 metri dal suolo. In questo modo gli acini migliorano l’esposizione al sole, assumono una colorazione dorata e un elevato grado di acidità. Il momento della vendemmia, su questi terreni, è uno spettacolo unico e commovente, con il sole che filtra tra i viticci e gli “uomini ragno” che si arrampicano per la raccolta. Data l’altezza, infatti, i vignaioli devono inerpicarsi su lunghe scale per selezionare i grappoli migliori.

Le antiche cave di tufo, dove riposa lo Scalillo

La fermentazione, poi, andrà avanti lentamente nelle meravigliose cave di tufo tipiche di questa zona tra Napoli e Caserta. Queste cave non sono certo di realizzazione moderna: fin dall’antichità, infatti, gli abitanti hanno scavato nelle montagne tufacee per ricavare il materiale edile con cui costruire le proprie abitazioni.

 

LEGGI ANCHE: Edi Keber: una cantina di frontiera