Le Serole Pallagrello Bianco 2019 – Terre del Principe

36.00

Disponibile

Note aggiuntive

Contiene solfiti

Formato

Bottiglia 75 cl

Regione

Campania, Italia

Tipologia

Vini Bianchi

Alcol

13%

  • Denominazione: Terre del Volturno IGT

  • Vitigni: Pallagrello Bianco 100%

  • Regione: Campania

  • Formato: 75cl

  • Alcol: 13%

  • Temperatura di Servizio: 8-10°C

  • Filosofia Produttiva: Coltivazione Biologica 🌱

  • Tipologia: Vino Bianco

Il vino

Le Serole si ottiene dalla vinificazione in purezza di un vitigno autoctono quasi dimenticato, ovvero il Pallagrello bianco. Si tratta di una varietà riscoperta solo negli ultimi anni, in virtù del profilo ampelografico che lo rende unico e solo in parte simile al coda di volpe. Rappresenta alla perfezione il territorio dell’Alto Casertano, di cui la cantina Terre del Principe è uno dei principali esponenti, soprattutto per quel che riguarda la scelta privilegiare una viticoltura completamente biologica. Dopo un’attenta vendemmia, che avviene a mano come vuole la tradizione, le uve vengono stipate in cassette di piccole dimensioni e trasportate in cantina. Qui la vinificazione prevede una prima fase di fermentazione in barrique, mentre per il successivo affinamento si prediligono vasche in acciaio, perfette per consentire a questo vino bianco di preservare una buona freschezza.

Note di degustazione

Le Serole riesce a stupire già con il suo intrigante giallo acceso e carico. Al naso sprigiona spiccate note minerali e di mandorla, che ben si accompagnano ai sentori di frutta matura a polpa gialla, tra cui in particolare l’albicocca. Al sorso si caratterizza per la capacità di avvolgere il palato in maniera voluttuosa e persistente e la vigorosa spalla acida invita ad assaggiare nuovamente.

Abbinamenti consigliati

Ottimo con i prodotti del territorio, grazie alla sua struttura può reggere l’abbinamento con pizze dalle farciture importanti, ma anche con piatti a base di carne bianca.

La cantina

Situata in provincia di Caserta, la cantina Terre del Principe sorge nelle colline attorno a Castel Campagnano, ai piedi dei Massicci del Taburno. È in questa zona da sempre vocata per la viticoltura, che Peppe Mancini nel 2003 ha deciso di fondare quest’azienda, dedicandosi assieme alla moglie, Manuela Piancastelli, alla coltivazione della vite. Dopo qualche anno di sperimentazione, oggi la cantina porta avanti fieramente una filosofia produttiva biologica, che privilegia esclusivamente i vitigni autoctoni, come il pallagrello bianco e il casavecchia, nell’ottica di preservare il patrimonio ampelografico regionale.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio